Una storia che nasce da un’idea: “Tanta luce, poca lampada”. È il 1975 quando Tommaso Cimini dà vita a Daphine. Una lampada che ancora oggi ci viene richiesta dai musei, dalle biblioteche, da tantissime persone comuni. Allora i mezzi erano limitati, ma la passione per la luce era tanta.
Lumina è stata fondata nel 1980 e sin da allora Tommaso Cimini aveva chiaro come la forma dovesse essere subordinata alla funzione: nasce Daphine, una lampada semplice, pulita, iconica che farà la storia dell’azienda.

In un “garage”, con il suo ingegno, la capacità creativa di reinventarsi e la conoscenza dei materiali, Tommaso Cimini riesce a riadattare le sue macchine in modo tale che possano generare le forme essenziali della Daphine.

Ogni lampada creata in quegli anni viene portata in famiglia per essere testata nella quotidianità. Perché la luce venga sperimentata e la forma analizzata nella sua ergonomia.

La voglia di costruire i prodotti nella storica officina, l’artigianalità innata, il controllo qualità sono ancora oggi i punti di forza di Lumina. L’eredità del fondatore è ben presente nella cultura aziendale.

Daphine, con le sue geometrie essenziali, resta sempre un punto di riferimento per Lumina. Apprezzata da architetti e designer, è tutt’ora un’icona.

40 anni di Lumina, 40 anni di qualità della luce.